Maggio 2013

L’ultima composizione, in ordine di tempo, che ho fatto fino ad ora. E’ un incrocio di ritmo dato dal basso sincopato e dall’arpeggio continuo che dà un senso di velocità al pezzo. In mezzo c’è un’interruzione dell’arpeggio e note lunghe e poi una ripresa del tema con l’aggiunta di una traccia melodica con la chitarra elettrica.  Ascolta. Orazio G.

a Domenico

Questa musica l’ho composta, tanti anni fa, per la nascita di mio figlio Domenico. Ha un inizio che sembra contorto, ma poi si risolve nel ritmo martellante del bolero a cui si aggiungono varie linee melodiche con diversi strumenti. Da segnalare l’entrata della tromba, che si colloca quasi a metà del pezzo, come al culmine della danza di tipo ispanico. … Continua a leggere

Violino e arpeggio (a Elisa)

Delicata melodia di un violino accompagnato da un arpeggio di pianoforte, che sembra ispirare chi suona e invitare all’ascolto. In seguito si aggiungono dei bassi, che danno “spessore” al brano e infine altri violini fanno da eco al violino principale. Dedicata a mia figlia Elisa. Prima della sua nascita avevo pensato all’arpeggio e ad alcuni passaggi melodici, che poi ho … Continua a leggere

FESTA

Una musica che dà l’idea della festa. La melodia si muove ritmicamente dando l’idea del movimento, di una danza libera, fantasiosa. Le parti che sostengono la melodia accentuano il ritmo, ottenendo, a mio avviso, un effetto di festa. ascolta: Orazio G.

Valentino

Una musica nata immaginando la camminata  comica con un bastone che viene fatto roteare attorno alla mano (da qui il nome Valentino). E’ un andamento spensierato ma allo stesso tempo deciso, immagine di un uomo sicuro di sé che vuol far divertire: da cabaret. E’ un motivetto oriecchiabile che si ripete intramezzato da variazioni a volte virtuosistiche. Orazio G.   ascolta: